NBA Espresso – Speciale Marzo

Pubblicato da Fabio Pezzolla il

Il mese di marzo della NBA si è ufficialmente concluso da qualche giorno, ed è tempo di tirare le somme sui migliori e peggiori giocatori del mese con lo speciale mensile di NBAEspresso!

I più in forma andranno a comporre la top 6 MWP (Most Wilt Player), mentre per coloro che hanno steccato si spalancheranno le porte della temutissima flop 6 MMP (Most Melo Player).
I primi tre di ogni classifica saranno inoltre introdotti da un breve commento, insieme alle proprie medie dettagliate relative al marzo appena trascorso.
Inoltre, spazio alle sorprese del mese, con la top 3 MLP (Most Linsanity Player), dedicata a quei giocatori che sono davvero sbucati dal nulla o venivano da periodi non esaltanti, con commento e stats del vincitore.

Ma ora, basta parlare: è tempo di tuffarci in questo speciale!

TOP 6 ESPRESSO MWP (Most Wilt Player)

1) Giannis Antetokounmpo - Milwaukee Bucks (9-4)

29.0 ppg – 12.5 rpg – 6.2 apg – 1.0 spg – 1.5 bpg – 3.9 topg
58% FG – 26.5% 3P – 76.1% FT 

Giannis Antetokounmpo è una forza dominante che merita davvero questo riconoscimento: il migliore del mese di Marzo è lui.
Conferma le straordinarie impressioni di questa stagione, e il suo gioco sembra sempre in continua crescita: quando è in campo i Bucks sono un’altra squadra e il suo strapotere fisico diventa sempre più marcato: è padrone del campo, leader imprescindibile e faro di una squadra sulla quale avrebbero contato in pochissimi ad inizio anno e che invece si avvia ad avere il miglior record di RS, unica a poter toccare le 60 vittorie.
Per l’MVP, c’è anche lui, eccome. 

2) James Harden - Houston Rockets (12-3)

2) James Harden - Houston Rockets (12-3)

35.6 ppg – 6.3 rpg – 7.0 apg – 1.9 spg – 0.8 bpg – 3.8 topg
43.1% FG – 35.2% 3P – 89.7% FT

James Harden continua la sua straordinaria stagione, confermandosi una vera e propria macchina perfetta quando c’è da caricarsi la fase offensiva sulle spalle.
Anche a Marzo si è divertito ad umiliare le difese avversarie, concedendosi tra le altre due partite rispettivamente da 57 e 61 punti (di fila!) e una tripla doppia da 50.
Sicuramente è un anno magico per il Barba, arrivato a medie punti che negli ultimi anni abbiamo visto solo da MJ e Kobe: i suoi Rockets, superate le difficoltà iniziali, saranno un osso duro per tutti ai PO , visti anche i rientri di Paul e Capela: riusciranno a fare il colpo grosso ai PO stavolta?

3) Trae Young - Atlanta Hawks (7-8)

23.4 ppg – 4.9 rpg – 9.3 apg – 0.9 spg – 0.1 bpg – 3.7 topg
43.6% FG – 33.7% 3P – 84.4% FT 

Questo mese, ai fantastici 3 manca Paul George, autore di un mese decisamente opaco: il podio allora si chiude con Trae Young, promosso dalle sorprese ai top.
Ormai questo ragazzo è una splendida realtà in quel di Atlanta: si è preso i galloni di leader, smazza assist che è un piacere (secondo miglior assistman di Marzo, dietro a LeBron di un soffio) e sa come trovare il canestro.
Questo mese, grazie soprattutto al suo gioco, gli Hawks hanno quasi chiuso al 50% (7-8): aver scambiato Luka Doncic poteva andare molto, MOLTO peggio, diciamo… 

Menzioni d'onore

4) Devin Booker – Phoenix Suns
5) Danilo Gallinari – Los Angeles Clippers 
6) Kawhi Leonard – Toronto Raptors 

FLOP 6 Espresso MMP (Most Melo Player)

1) Jayson Tatum - Boston Celtics (8-5)

13.5 ppg – 5.3 rpg – 3.5 apg – 1.2 spg – 0.4 bpg – 1.8 topg 
42.3% FG – 33.3% 3P – 85.2% FT

“Il secondo album è sempre il più difficile”, cantava anni fa Caparezza.
A giudicare dalla stagione di Tatum, non ha tutti i torti: il rookie meraviglia dello scorso anno si è trovato con tutti gli occhi addosso e pesanti aspettative, e ora ogni battuta d’arresto fa rumore.
Un marzo sottotono per il ragazzo, che non è mai riuscito ad esprimersi ai livelli che il suo talento gli concederebbe, soprattutto nella metà campo offensiva: il tiro va sistemato, come anche andrebbero aggiunte al suo arsenale le conclusioni al ferro nel traffico.
Un flop “di stimolo” per il ragazzo: ha tutto il tempo del mondo per crescere, a partire dai PO: si abitui in fretta ala pressione.

2) Kevin Durant - Golden State Warriors (7-5)

21.7 ppg – 4.7 rpg – 5.8 apg – 0.7 spg – 0.6 bpg – 2.7 topg
52.5% FG – 26.4% 3P – 84.4% FT 

Kevin Durant è una superstar, con tutti gli onori e gli oneri del caso.
Lo mettiamo tra i flop perchè da quello che insieme a Harden è per distacco il miglior attaccante della lega ci aspettiamo più di così: un mese che per il 95% dei giocatori della lega sarebbe estremamente positivo, ma quei passaggi a vuoto in attacco lasciano perplessi (soprattutto dall’arco, tanti colpi a salve a marzo).
Probabile che si stia riposando per i PO, perchè nelle ultime Finals ha già dimostrato quanto sia devastante quando la palla pesa.

3)Terrance Ferguson - Oklahoma City Thunder (6-10)

5.9 ppg – 1.9 rpg – 1.0 apg – 0.6 spg – 0.3 bpg – 0.8 topg
33.7% FG – 29.9% 3P – 87.5% FT 

In un marzo da dimenticare per i Thunder, con un George un po’ spento rispetto agli standard spaziali di questa stagione, si palesa a tutti il problema della squadra quando si parla di SG titolare.
Ferguson è un buon difensore e poco più, che non dovrebbe assolutamente giocare i minuti che prende in assenza di Andre Roberson (out for the season, ouch).
Assolutamente insufficiente in fase offensiva, per OKC sembra davvero una tassa che non possono permettersi: e se patisce i ritmi blandi da RS, non osiamo immaginare ai PO…

Menzioni d'onore

4) Kent Bazemore – Atlanta Hawks
5) Tim Hardaway Jr. – Dallas Mavericks
6) Wesley Matthews – Indiana Pacers 

TOP 3 Espresso MLP (Most Linsanity Player)

1) Mithcell Robinson - New York Knicks (1-13)

8.2 ppg – 9.4 rpg – 0.5 apg – 0.9 spg – 3.0 bpg – 0.7 topg
66.2% FG – 60% FT 

“Perdere e perderemo”, il riassunto in 3 parole della stagione dei Knicks.
Nonostante le continue scoppole, continua a confermarsi nella squadra della Grande Mela una graditissima e inattesa sorpresa: Mithcell Robinson a tratti fa davvero paura.
Centro vecchio stile che non tira da 3 neanche per sbaglio, quasi in doppia doppia di media in 22 minuti di media in campo, per non parlare delle 3 stoppatone a partita, una vero talento naturale del ragazzo.
Per adesso è dietro a DeandreJordan, ma con il repulisti generale di contratti in off season potremmo vederlo titolare la prossima stagione.
Non vediamo l’ora, aspettando magari Zion…

Menzioni d'onore

2) JaVale McGee – Los Angeles Lakers 
3) Jonas Valanciunas – Memphis Grizzlies

Grazie per essere stati con noi! Ci vediamo… per i Playoffs?

NBA Espresso – Speciale Marzo

Il mese di marzo della NBA si è ufficialmente concluso da qualche giorno, ed è tempo di tirare le somme sui migliori e peggiori giocatori del mese con lo speciale…

A chip on the shoulder

Stanno per essere annunciati i partecipanti dello Skills Challenge 2019 per l’All Star Weekend di Charlotte, probabilmente la competizione meno seguita di tutto il Weekend delle Stelle. Trae ne è…

Non sono mai voluto essere quel ragazzo

Tempo fa distruggevo Michael Phelps. Sul serio. Prima di essere QUEL ragazzo, giocavo a basket. E prima di giocare a basket ero il miglior giovane nuotatore degli Stati Uniti. E…

Benvenuti sul pianeta Zion

Il piccolo principe, nell’omonimo romanzo, viveva su un pianetino tutto suo; un asteroide, per la precisione. Una metafora che racconta come certe cose siano incomunicabili e certe distanze incolmabili; più…

Fabio Pezzolla

Fabio Pezzolla

Fabio, nato a Milano, classe 1996. La mia passione per il basket è nata nei primi anni 2000, quando tre supereroi in maglia neroargento mi hanno incantato. Devoto tifoso Spurs (e milanista!), amo raccontare a modo mio aneddoti e storie dell'NBA del passato e del presente.