Italia Serbia, Sacchetti carica i suoi in vista della Spagna

Pubblicato da Simone Politi il

Italia Serbia. Non sono bastati un Danilo Gallinari da 26 punti e 8 rimbalzi e un Marco Belinelli da 15 punti (che gli valgono il quarto posto all-time tra i marcatori in Nazionale) per vincere sulla Serbia strafavorita alla vittoria finale. Molta stanchezza e un po’ di delusione nelle parole di Meo Sacchetti e Danilo Gallinari al termine della gara.

Italia Serbia, le parole di Meo Sacchetti

“Bellissima Italia fino a metà terzo quarto. Poi il bonus e le palle perse hanno marcato la differenza?”

“Sicuramente siamo andati un po’ in debito d’ossigeno nella seconda metà. Abbiamo sbagliato qualcosa, arrivavamo un po’ in ritardo e abbiamo fatto tanti falli. Finché avevamo energie nervose e fisiche siamo stati in partita. Con una squadra come loro, però, come molli un attimo ti ammazzano. La prima volta siamo riusciti a recuperare la seconda è stato più difficile e non ci siamo riusciti.”

“Nel terzo quarto l’Italia addirittura ha potuto tirare per passare in vantaggio. Il Mondiale dell’Italia, però, non è finito. Ora testa a Spagna e Porto Rico?”

“Siamo arrivati a tirare per il vantaggio, è vero, ma da lì abbiamo visto un po’ di stanchezza e abbiamo perso un po’ di lucidità. Non potevamo chiedere di più.”

“La Spagna è un’altra grande squadra come la Serbia e Porto Rico è una squadra che era candidata a passare, non sarà facile di sicuro. Ora andiamo in spogliatoio per fare due parole su questa gara e poi la testa sarà già alla Spagna.”

Le parole di Danilo Gallinari

“Danilo partiamo dalla tua partita. Una partita stupenda ma non è stato sufficiente per vincere”

“La differenza tra noi e la Serbia in questo momento l’abbiamo vista nella continuità in tutta la gara. Siamo riusciti a tenere botta per tre quarti ma per giocare al loro livello dobbiamo giocare 40 minuti e questa volta non siamo riusciti.”

“Pochi errori dal campo e pochissimi ai liberi per la Serbia”

“Non è nulla di nuovo. La loro forza è non sbagliare mai e lo sapevamo. Con loro è difficilissimo giocare perché se commetti tanti falli loro vanno sempre più dentro coi lunghi, che finiscono in lunetta e sui liberi sono molto bravi.”

“Nonostante la sconfitta abbiamo apprezzato molto il duello tra te e Bogdanovic”

“Una bella partita ma la sconfitta è arrivata per noi e non per loro. Spiace ma adesso dobbiamo concentrarci su altre due gare che dobbiamo vincere sia contro la Spagna che contro Porto Rico. Sarà fondamentale arrivare carichi e riposati sia fisicamente che mentalmente perché ci attendono due battaglie.”


Simone Politi

Simone Politi

Nato e cresciuto a Vercelli. Laureato in Comunicazione, Media e Pubblicità. Aspirante giornalista, amante dei Clippers e di Lonzo Ball.