Milano-CSKA 2020
Mike James contro Gigi Datome 2020 (euroleague.net)

Eurolega 2020/21, Round 17: il CSKA vince a Milano dopo un OT

Al Forum va in scena una grande battaglia. Milano si mangia le mani per le occasioni buttate mentre il CSKA ringrazia gli attributi di Hackett e Kurbanov decisivi nel supplementare

In cerca di riscossa dopo il brutto KO casalingo contro il Baskonia, l’AX Milano disputa l’ultima partita del girone d’andata tra le mura amiche affrontando la prima della classe, il CSKA Mosca del grande ex (nonché capocannoniere di questa stagione) Mike James. Assenti da una parte Micov (causa COVID), dall’altra Clyburn (infortunio alla caviglia).

Come tipico dei russi, Itoudis inizia la sfida cavalcando i riccioli di Hilliard e gli aiuti non proprio perfetti di Tarczewski per creare il primo vantaggio moscovita a firma Milutinov (0-4). Milano però non sbanda e attacca i cambi avversari con Datome e Punter, rimanendo in scia. Messina sperimenta subito una zona 3-2 (già testata nella partita contro Itoudis&Co della scorsa stagione) con Datome in punta ma James rompe subito la prima linea e regala al suo centro il layup del 5-6. Tornata a uomo in difesa, Milano regge comunque alla grande dietro coprendo l’area, sfidando i tiratori e conquistando preziosi sfondamenti. Il CSKA, al contrario, ora piazza Milutinov in contenimento sul pick and roll (il quale oscura il ferro a tutte le penetrazioni degli esterni meneghini) e con Shengelia dal post attacca efficacemente in 1vs1 LeDay per fare +5. Entrate le “riserve” (Hackett e Voigtmann da una parte, Shields, Hines e Rodriguez dall’altra), è l’AX ad avere maggior ritmo, grazie all’altro grande ex, Kyle Hines, eccezionale in aiuto e recupero nella propria metà campo e immarcabile da Voigtmann sui “roll”. Con James limitato sinora benissimo da Shields, è LeDay dai 5 metri a piazzare il jumper che sigilla un fisico e duro primo periodo (17-17).

Rientrato Milutinov nello spot di 5, i suoi rimbalzi offensivi (e un aggressivo Hackett sui ribaltamenti) tengono un minimo a galla un CSKA fin troppo statico in attacco ma tremendamente efficace nella propria metà campo con la fisicità anche di role player quali Antonov e Kurbanov (21-23). Il solito Milutinov e una bomba di Strelnieks sul contenimento di Tarczewski provano a ridare un minimo di gap per i moscoviti in una gara a basso ritmo e punteggio (23-28 a 4′ dal termine del 1° tempo), Delaney risponde con una lacrima dal centro dell’area ma poi lo stesso ex Barça e Tarczewski combinano una doppia frittata: il primo commette prematuramente il suo terzo fallo personale (furbissimo Hackett nel subirlo), il secondo commette un banale antisportivo su Voigtmann e l’inerzia continua a vertere nei confronti dei russi (25-31). La scossa, allora, la dà Rodriguez con un bel jumper ma prima Hilliard su alley-oop e poi James con i primi punti nella sua partita (ancora, super Hackett nel recupero+assist) allungano sul massimo vantaggio 27-36. Tuttavia, la risposta dell’AX non si fa attendere ed è targata Shields (in post contro James), Rodriguez-Hines (confenzionando dei pick and roll contro uno spaesato Bolomboy) e qualche “spruzzata” di zona 3-2. Un bel secondo quarto si chiude sul punteggio di 33-39.

Milano-CSKA 2020
Mike James contro Gigi Datome 2020 (euroleague.net)

Ad inizio ripresa Messina, oltre a schierare immediatamente Rodriguez e Hines in quintetto, accende subito LeDay dal post contro Shengelia e, nonostante Milano continui a non trovare il fondo della retina da 3 punti (0/8 sinora), Punter combina per il -2 (41-43). La forza dei campioni in carica, tuttavia, resta impressionante: muovendo la palla come un flipper, fioccano altri rimbalzi offensivi e James ristabilisce le distanze (39-45). Causa 4° fallo personale di Shengelia, LeDay punisce subito sul pick and pop un passivo Voigtmann per la prima tripla Olimpia ma il tedesco risponde immediatamente con la stessa moneta. Le difese di entrambe le squadre sono sensazionali ora nel coprire l’area e quindi da oltre l’arco ora c’è spazio per James (classico step-back dall’angolo) e soprattutto Shields-Punter: partita vivissima e Milano è sotto ancora di sole 2 lunghezze. Successivamente, l’ex Virtus Bologna e Crvena Zvezda mette la firma in 1vs1 sul pareggio a quota 53 e poi Datome dal suo ufficio in post medio regala il primo sorpasso AX (55-53). Al termine del periodo continuano i botta e risposta da oltre l’arco: Voigtmann sul pick and pop, James in 1vs1 e Delaney sul cambio quasi sulla sirena. Dopo 30′ di grande pallacanestro, il tabellone dice 58-59 per il CSKA.

Mike James resta on fire anche a inizio ultimo periodo e le sue magie tengono i russi avanti ma di solo un possesso e neanche pieno. Il motivo? La classe di Shields e Punter (62-64). Più si entra nella fase centrale del quarto e più le percentuali si abbassano da entrambe le parti, complici delle difese precise e fisiche nel coprire l’area. A 5′ dalla fine, è Rodriguez a rompere la siccità offensiva (e tutti gli schemi) con un gran canestro a centro area contro Strelnieks regalando il nuovo +1 ai milanesi. Si entra nelle fasi decisive, saltano tutti i game-plan offensivi e si rimpallano i sorpassi e i controsorpassi dalla lunetta targati James, Brooks e Hackett (69-72). Ultimi 3′, Milutinov continua a banchettare a rimbalzo in attacco (facendo record nella competizione con ben 16 carambole catturate sotto il ferro avversario) ma Delaney gli risponde a cronometro fermo e “dalla spazzatura” Shields raccoglie il -1 (73-74). Mike James supera una bella difesa di Punter per riallungare sul +3 a 100″ dalla fine, LeDay risponde dalla lunetta ma ancora il numero 5 moscovita si mangia tre avversari e regala l’affondata a Milutinov (75-78). Successivamente, Punter attacca il ferro e commette sfondamento su Shengelia ma Milano non molla e LeDay concretizza il recupero di Delaney per firmare il 77-78 con 39″ da giocare. Mike James ci riprova in penetrazione alzando la parabola, stavolta il ferro lo beffa e per sua fortuna c’è ancora Milutinov a rimbalzo offensivo che subisce fallo e segna tuttavia un solo libero per il +2. Attacco decisivo per l’AX, Delaney contro Milutinov sul cambio, palleggio arresto e tiro e pareggio a quota 79. Azione finale, James in palleggio attacca Delaney e subisce di gran mestiere un fallo con 2.2″ sul cronometro: dalla lunetta, MJ segna il primo, sbaglia volutamente il secondo ma spara il pallone sul tabellone non toccando il ferro. Timeout Messina, rimessa, nessuno riesce a ricevere ma la difesa russa si dimentica di Hines che subisce un fallo (inesistente) di Hackett. Il centro americano dalla lunetta però sbaglia il primo libero e segna il secondo. Con 0.4 decimi, non c’è tempo per prendere un ultimo tiro. E quindi Overtime!

Il supplementare inizia nel segno al solito degli 1vs1 di Mike James, LeDay risponde dalla lunetta ma dopo una valanga di rimbalzi offensivi Kurbanov segna un canestro pesantissimo a 3′ dalla fine, ribadito poi da Hackett dall’angolo dimenticato da Punter: in un attimo, il CSKA vola sull’82-87. Messina allora ricorre al post basso di LeDay, il quale frutta l’ennesimo 2/2 dalla lunetta, e alla zona 3-2 stavolta con Shields in punta. La scelta funziona ma Delaney non riesce mai a ricucire definitivamente accusando la stanchezza. E allora, come spesso succede, Hackett è cinico e spegne le speranze milanesi con la bomba del nuovo +6 a 60″ dalla fine. Punter e Shields non riescono a ribattere di nuovo, nonostante un gioco da tre punti di Delaney e un fallo in attacco di James riaccendano miracolosamente l’Olimpia sul -4. Tuttavia, Delaney stesso non riesce a riaprirla definitivamente a 8″ dal termine. Finisce 87-91.

Partita bellissima e sconfitta che ci sta per un’Olimpia bella ma con il grosso neo dei rimbalzi offensivi davvero costato caro. Per il resto, match tra grandi squadre e uno spettacolo tutto targato Eurolega. Terminato il girone d’andata in zona playoff, quello di ritorno per l’AX inizia con una trasferta di fuoco sul campo del Real Madrid.

LBA Serie A 2021/2022: la guida Overtime
Le squadre e tutti i giocatori che saranno protagonisti in questa nuova stagione di LBA Serie A sono...
Olimpiadi Tokyo 2020: il miglior quintetto maschile
Ecco i migliori cinque del torneo olimpico di pallacanestro maschile a Tokyo 2020 (più due menzioni extra)
Olimpiadi Tokyo 2020: Guida al Torneo di Pallacanestro Maschile
Ecco la guida targata Overtime in vista del torneo olimpico di pallacanestro maschile in cui finalmente...

POTREBBERO INTERESSARTI

Film Room: Baskonia Vitoria vs Virtus Bologna
La Virtus Bologna prosegue il cammino in Euroleague dopo la vittoria sul campo del Baskonia, che dall’arrivo...
Alla scoperta del Bayern di Pablo Laso
Dopo tre anni con Andrea Trinchieri sulla panchina bavarese, il Bayern ha iniziato un nuovo ciclo con...
Film Room: Virtus Bologna vs Efes Istanbul
La Virtus Bologna ha ottenuto la quinta vittoria in sei gare in Eurolega, posizionandosi con il secondo...

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.

Overtime

Storie a spicchi

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.