Milano-Zenit 2021
Kevin Punter contro Austin Hollins 2021 (Euroleague.net)

Eurolega 2020/21, Round 23: Milano la spunta nel finale contro lo Zenit

Milano batte anche lo Zenit dopo un grande sprint nel finale e una migliore gestione delle energie

Dopo aver collezionato 5 successi consecutivi (l’ultimo due giorni fa contro l’Olympiacos), Milano gioca uno scontro di alta classifica contro lo Zenit, attuale quinta forza della competizione e squadra da temere con particolare attenzione. Per i russi, assente il centro Poythress (problema muscolare) e il suo sostituto Black (non ancora in condizione fisica ideale), mentre per l’AX continua ad essere indisponibile Brooks ma torna Shields.

L’Olimpia inizia al solito andando “in ufficio” dal post di LeDay mentre lo Zenit cavalca i riccioli di Rivers per attaccare Tarczewski. Come d’abitudine i russi giocano a ritmo bassissimo ma il pick and roll Pangos-Gudaitis non dà subito i suoi frutti grazie alla splendida difesa di Delaney (6-5). A metà periodo, Hollins firma il primo vantaggio Zenit capitalizzando una rara situazione di contropiede e successivamente, prima Thomas dal post basso poi Pangos punendo il contenimento sul pick and roll di Tarczewski, consegnano agli ospiti il primo importante vantaggio sul 6-12. Dopo il timeout televisivo, tuttavia, per Milano entrano sul parquet Hines e il redivivo Shields, dando subito un’altra efficacia allo statico attacco AX che patisce molto i blitz avversari. Al termine del quarto, Ponitka e Thomas, tra short roll e tagli dal lato debole, muovono vorticosamente il pallone e sorprendono una Milano non attentissima (in primis con Rodriguez, Roll e Datome), chiudendo avanti 16-24 i primi 10′ di match.

Ad inizio secondo quarto, Milano reagisce cambiando al meglio su tutti i blocchi (escluso Tarczewski) e attaccando più “d’istinto” con Rodriguez e Punter (22-27) ma lo Zenit resta bene sul pezzo; Pangos piazza prima la doppia cifra di distanza tra le due squadre con un’altra bomba sul drop di Tarczewski e poi fa girare a meraviglia il motore dello Zenit con il suo pick and roll centrale, armando la mano di un inarrestabile Rivers e respingendo le fiammate di Punter (29-41). Messina rischiera in fretta e furia Shields e Hines (i due che riescono a reggere meglio l’atletismo dei russi, negando il centro a Pangos) i quali, assieme a LeDay e Delaney, mettono assieme delle buone difese in grado di non far scappare troppo gli avversari all’intervallo (35-44).

 

Milano-Zenit 2021
Kevin Punter contro Austin Hollins 2021 (Euroleague.net)

Messina inizia la ripresa con il quintetto tutto americano che bene aveva reso nel primo tempo in difesa sui cambi (Hines su tutti) ma lo Zenit è un orologio svizzero sulle due metà campo tra aiuti, cambi, letture e tagli; Gudaitis, servito da Thomas, schiaccia il nuovo +11 ospite sul 37-48. L’Olimpia però, da grande squadra, non si fa sfuggire la partita dalle mani aggrappandosi alla classe di Hines e Punter e a un buon Micov, schierato da 4 tattico contro il più lento Thomas (45-50). Con l’ingresso delle second unit, Datome regala subito un canestro+fallo a Ponitka in transizione ma il solito monumentale Hines apre la strada a Rodriguez e Delaney per ricucire fino a un (insperato) -3. In chiusura di quarto, il bonus falli e grandi difese da ambo le parti (anche lo Zenit ora fatica a costruire i bei attacchi corali del primo tempo) non porta grossi scossoni e consegna la partita agli ultimi 10′ sul 56-59.

Ad inizio quarto quarto, dopo un piccolo infortunio occorso a Ponitka, sono Fridzon e Rodriguez a smuovere il punteggio (e ad andare oltre la stanchezza sulle gambe di tutti i giocatori) e ad attaccarsi vicendevolmente. La vera scossa poi la porta Micov che punisce due rari errori difensivi russi (in particolar modo da additare a Zubkov e Fridzon) con 2+1 e tripla per regalare un prezioso +1 all’Olimpia sul 64-63. Coach Pascual ferma allora la partita con un timeout e torna a cavalcare il pick and roll centrale Pangos-Gudaitis ma Punter e Hines rispondono con la stessa moneta: si entra così negli ultimi 5′ in parità sul 68 pari.

Ora si gioca nel fango e saltano tutti i game-plan: Hollins segna una triplona in faccia a Hines, Punter risponde con una splendida serpentina sul pick and roll e poi Micov in taglio, ancora schierato da 4 contro il più lento Thomas, firma il nuovo vantaggio Milano 72-71 a 2′ dalla fine. Timeout Messina, disegnato uno stagger per Punter, il quale esegue alla perfezione e firma il +4 biancorosso. Dall’altra parte, lo Zenit finalizza i due liberi dell’1vs1 di Thomas ma ancora Punter con un fantastico secondo tempo contro Ponitka tiene i due possessi di distanza tra le squadre. Si va di là, Gudaitis sbaglia contro Hines in penetrazione e poi è Delaney a insaccare la tripla del +7 a 34″ dalla fine. Hollins risponde immediatamente con la stessa moneta e successivamente Rodriguez viene mandato in lunetta più in ottica doppio confronto (tra meno di un mese a San Pietroburgo) che per la contesa di stasera. Lo spagnolo insacca entrambi i liberi e finisce così: 82-76.

Una bella battaglia tra grandi squadre e Milano ancora una volta ne esce vincitrice arrivando con più energia nel finale. Hines letteralmente strepitoso contro un (comunque ottimo) Gudaitis a corto di fiato nell’ultimo quarto e poi ci hanno pensato Punter e Delaney, i grandi scorer, a portarla a casa definitivamente. Ora settimana prossima, in casa dell’ASVEL, Milano andrà a caccia del settimo successo consecutivo in Eurolega.

LBA Serie A 2021/2022: la guida Overtime
Le squadre e tutti i giocatori che saranno protagonisti in questa nuova stagione di LBA Serie A sono...
Olimpiadi Tokyo 2020: il miglior quintetto maschile
Ecco i migliori cinque del torneo olimpico di pallacanestro maschile a Tokyo 2020 (più due menzioni extra)
Olimpiadi Tokyo 2020: Guida al Torneo di Pallacanestro Maschile
Ecco la guida targata Overtime in vista del torneo olimpico di pallacanestro maschile in cui finalmente...

POTREBBERO INTERESSARTI

Film Room: Baskonia Vitoria vs Virtus Bologna
La Virtus Bologna prosegue il cammino in Euroleague dopo la vittoria sul campo del Baskonia, che dall’arrivo...
Alla scoperta del Bayern di Pablo Laso
Dopo tre anni con Andrea Trinchieri sulla panchina bavarese, il Bayern ha iniziato un nuovo ciclo con...
Film Room: Virtus Bologna vs Efes Istanbul
La Virtus Bologna ha ottenuto la quinta vittoria in sei gare in Eurolega, posizionandosi con il secondo...

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.

Overtime

Storie a spicchi

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.