Lucas Langarita
Lucas Langarita guiderà Casademont Zaragoza in assenza di Aday Mara (FIBA.basketball)

L’Adidas Next Generation Tournament si ferma sulle coste di Zara

In Croazia, un'altra spagnola potrebbe raggiungere Real Madrid e Joventut Badalona alla fase finale.

Nel secondo torneo di qualificazione giocatosi a Patrasso è stata nuovamente una squadra spagnola ad avere la meglio, ovvero lo Joventut Badalona. I catalani hanno faticato solamente nel match d’apertura contro Cholet Basket per poi passeggiare sui padroni di casa e sul Rasta Vechta; in finale è stata l’ASVEL Villeurbanne a cadere vittima de ‘La Penya’ per 71-56. Il portoghese Ruben Prey si è portato a casa il premio di MVP dell’Adidas Next Generation Tournament trascinando i neroverdi verso le finali di Kaunas.

In questa tappa abbiamo avuto delle vere e proprie sorprese che hanno catturato l’attenzione non solo degli addetti ai lavori europei, ma anche di quelli oltreoceano perciò sono stati giustamente inseriti nel miglior quintetto del torneo. Hanno fatto compagnia al già citato MVP Ruben Prey, il tedesco Johann Grünloh del Rasta Vechta, il francese Tidjane Salaun del Cholet Basket, il connazionale Yohan Sissoko dell’ASVEL Villeurbanne e infine l’israeliano Ben Saraf, il quale ha preso parte al torneo giocando per il Next Generation Team.

Petteri Koponen ha lasciato nuovamente il segno nella sua esperienza alla guida del Next Generation Team Patras: il finlandese ha prima ottenuto due vittorie consecutive, poi ha dovuto arrendersi all’ASVEL Villeurbanne nell’ultimo quarto del Round 3 facendosi sfuggire l’occasione di arrivare in finale. La larga sconfitta contro Cholet Basket – 94-64 nella sfida valida per il terzo posto – non intacca un percorso positivo a livello di gioco proposto e risultati ottenuti.

Per quanto riguarda la squadra italiana coinvolta, l’Orange1 Bassano ha ottenuto la sua prima storica vittoria all’Adidas Next Generation Tournament superando l’Olympiacos (73-76), classificandosi così al terzo posto nel girone B. Nella finale in cui era in palio il quinto posto, la rimonta del Rasta Vechta nel quarto periodo ha impedito agli arancioneri di chiudere il torneo con un record pari.

Ruben Prey
Ruben Prey è stato premiato MVP dell’ANGT di Patrasso (Euroleague Basketball)

Adidas Next Generation Tournament: la terza tappa

Con la primavera alle porte, non c’è occasione più ghiotta che visitare la splendida città di Zara (o Zadar in lingua natìa), la quale dal 3 al 5 marzo ospiterà per la prima volta uno dei tornei di qualificazione dell’Adidas Next Generation Tournament. Un’edizione da scolpire negli annali per la partecipazione di alcune tra le squadre che hanno fatto la storia della manifestazione: infatti, non vi è nessuna debuttante tra le otto coinvolte.

Queste saranno le squadre che vedremo protagoniste in Crozia: Casademont Zaragoza, Maccabi Tel Aviv, Cedevita Olimpija Ljubljana e Stella Azzurra Roma proveranno a conquistare il primo posto nel Girone A; FC Barcelona, Zadar, Helsinki Basketball Academy e NGT Zadar avranno l’occasione per lasciare il proprio segno nel Girone B.

Pur volendo evitare di dare per scontato l’esito di una fase a gironi, per il Barcellona non dovrebbero esserci grossi grattacapi nel raggiungere la finale. Più complicata, invece, la previsione riguardante il girone A in cui almeno tre squadre potrebbero ottenere l’accesso alla gara per il primo posto. La Stella Azzurra ha le carte in regola per sfidare i blaugrana, ma attenzione al Maccabi Tel Aviv e al Casademont Zaragoza nonostante l’assenza di Aday Mara.

Adidas Next Generation Tournament: Ones To Watch

Tra prospetti chiamati per disputare il Basketball Without Borders – giocato a Salt Lake City nel weekend dell’All Star Game – ed altri che hanno già debuttato con la prima squadra, il talento presente ai piedi della costa croata è elevato e assolutamente da tenere d’occhio. Un focus sul Barcellona è doveroso per vedere due dei nostri azzurrini, così come sulla Stella Azzurra Roma che porta avanti la sua grande tradizione di piccoli campioni.

Lucas Langarita – Casademont Zaragoza (’05, 192cm, PG – Nazionalità: Spagnola)

L’assenza di Aday Mara Gomez mette il destino degli spagnoli nelle mani del playmaker alla sua terza apparizione in un Adidas Next Generation Tournament. Il suo spessore fisico e la sua rapidità di pensiero lo rendono un ottimo difensore sulla palla, ma è in fase offensiva che dà il meglio di se stesso. Primo passo importante, doti uno contro uno da giocatore navigato ed eccellente finalizzatore soprattutto nei momenti clou della gara.

Lon Lican – Cedevita Olimpija Ljubljana (’05, 194cm, SG – Nazionalità: Slovena)

Chi può spiccare nel roster della squadra slovena è la loro guardia tiratrice, non particolarmente avvezzo nello smistare palloni ma certamente pronto a farsi servire sullo scarico per colpire da dietro l’arco. La grinta con cui gioca lo porta spesso a conquistarsi seconde chances in seguito ai propri tiri sbagliati e a quelli dei compagni. Non manca il suo apporto nell’altra metà campo, in cui è un sottovalutato recupera palloni.

Lon Lican
Lon Lican (FIBA.Basketball)

Dame Sarr – FC Barcelona (’06, 198cm, SG – Nazionalità: Italiana)

Il debutto in Liga ACB è la dimostrazione di quanto questo talento sia cresciuto nel corso degli anni come two-way player. In fase offensiva, la sua capacità di crearsi un tiro dal palleggio combinata a quella di spot-up shooter lo ha reso complicato da leggere per gli avversari; in fase difensiva mostra tutta la sua intelligenza e la sua costanza nella pressione sul portatore, ma ha grandi letture anche nella difesa off the ball.

Olavi Suutela – Helsinki Basketball Academy (’06, 204cm, PF/C – Nazionalità: Finlandese)

Fiore all’occhiello dell’accademia finlandese, estremamente duttile e capace di adattarsi al doppio ruolo di ala grande e centro. È stato tra i migliori giocatori della Division B ai FIBA U16 European Championship mostrando tutta la sua sicurezza nel proteggere il ferro – chiudendo in doppia-doppia di media – e nel mettere in difficoltà i pari ruolo avversari quando si avvicinava in prossimità del loro tabellone.

Olavi Suutela
Olavi Suutela (FIBA.Basketball)

Shachar Doron – Maccabi Tel Aviv (’05, 195cm, SG – Nazionalità: Israeliana)

Lo scorso anno è stato uno dei giocatori più interessanti all’ANGT di Patrasso, portando il Maccabi a Belgrado per le finali. Tiratore da tre punti instancabile, capace di prendere fiducia in un attimo e volare sulle ali dell’entusiasmo spaccando in due la partita. Sebbene la sua principale dimensione sia quella di realizzatore, ha già mostrato in passato doti nel rubare palloni e presenza in aiuto a rimbalzo.

Mouhamed Faye – NGT Zadar (’05, 209cm, C – Nazionalità: Senegalese)

La presenza di Fynn Schott nello spot di centro non gli garantirà un minutaggio consistente sul parquet, ma il talento di Reggio Emilia ha dalla sua parte un telaio che pochi altri possono vantare. Ciò per cui spicca maggiormente è il suo timing, il quale consente al senegalese di bloccare tempestivamente una giocata avversaria o catturare per primo un rimbalzo conteso.

Mouhamed Faye
Mouhamed Faye (FIBA.Basketball)

Axel Piccirilli – Stella Azzurra Roma (’06, 200cm, SG/SF – Nazionalità: Italiana)

La progressione palla in mano è una delle sue caratteristiche migliori quando prende confidenza con la partita. Unite a questa abilità ci sono ottimi tagli backdoor e movimenti senza palla che facilitano il gioco di chi costruisce l’azione offensiva. Sa come sfruttare il suo fisico, perciò non soffre particolarmente i contatti quando penetra; inoltre ha la capacità sia di leggere le linee di gioco sia di togliere con prontezza la palla dalle mani degli avversari.

Michael Ruzic – Zadar (’06, 206cm, SF/PF – Nazionalità: Croata)

All’interno di un girone in cui la squadra croata faticherà a prevalere, la sua presenza fisica e le sue lunghe leve a rimbalzo saranno un enorme aiuto all’interno del pitturato. Di lui si parla un gran bene dopo le prestazioni ai FIBA U16 European Championship di Skopje, dove ha mostrato interessanti capacità nel palleggio ed efficienza al tiro negli ultimi cinque metri di campo. Figlio di Tomislav Ruzic, protagonista in Eurolega e in EuroCup principalmente con le divise di ASVEL e Zadar.

Michael Ruzic
Michael Ruzic (FIBA.Basketball)

Il calendario

Venerdì 3 marzo

  • Ore 09:00 – Casademont Zaragoza vs Maccabi Tel Aviv
  • Ore 11:15 – Cedevita Olimpija Ljubljana vs Stella Azzurra Roma
  • Ore 13:30 – FC Barcelona vs Helsinki Basketball Academy
  • Ore 15:45 – Zadar vs NGT Zadar
  • Ore 18:00 – Maccabi Tel Aviv vs Cedevita Olimpija Ljubljana
  • Ore 20:15 – Stella Azzurra Roma vs Casademont Zaragoza

Sabato 4 marzo

  • Ore 09:00 – Zadar vs Helsinki Basketball Academy
  • Ore 11:15 – NGT Zadar vs FC Barcelona
  • Ore 13:30 – Stella Azzurra Roma vs Maccabi Tel Aviv
  • Ore 15:45 – Cedevita Olimpija Ljubljana vs Casademont Zaragoza
  • Ore 18:00 – Helsinki Basketball Academy vs NGT Zadar
  • Ore 20:15 – FC Barcelona vs Zadar

Domenica 5 marzo

  • Ore 10:00 – Finale per il 7° posto
  • Ore 12:15 – Finale per il 5° posto
  • Ore 14:30 – Finale per il 3° posto
  • Ore 16:45 – Finale per il 1° posto

I roster dell’Adidas Next Generation Tournament

Ecco le liste ufficiali presentate dalle otto squadre partecipanti al torneo di Zara, terzo concentramento dell’Adidas Next Generation Tournament. Sebbene questi siano i roster finali, è possibile come sempre effettuare cambi per sopperire ad eventuali assenze dell’ultimo minuto.

Casademont Zaragoza

Centri: Diego Arroyo (2006); Francisco Monreal (2005)

Ali: Marcos Rodrigo (2005); Bruno Vidarte (2006); Javier Urdiain (2005); Ruben Valero (2006); Carlos Alias (2005); Alejandro Sistac (2006); Hugo Munoz (2007)

Guardie: Lucas Langarita (2005); Felipe Minzer (2007); Pedro Campo (2006)

Cedevita Olimpija Ljubljana

Centri: Marko Ljubicic (2005)

Ali: Mark Ivanusa-Medjedovic (2007); Samba Gueye (2008); Martin Tonejc (2006); Mark Morano (2007); Alej Kump (2005)

Guardie: Jure Sok (2006); Ivan Pavkovic (2005); Toni Bilic (2005); Noa Zemljic (2005); Jon Kozorog (2006); Matic Gorenjc (2005); Leon Zdravkovic (2006); Lon Lican (2005); Luka Smitran (2005)

FC Barcelona

Centri: Mamadou Nimaga (2007); Daniel Balde (2007); Pol Salo (2005)

Ali: Dayan Nessah (2006); Enric Sanmartin (2007); Adria Cano (2005); Juan Pumarola (2006)

Guardie: Raul Villar (2007); Edgar Moure (2006); Roger Fabrega (2005); Dame Sarr (2006); Daniel Iruela (2005); Adrian Mathis (2007); Kasparas Jakucionis (2006)

Helsinki Basketball Academy

Centri: Kalle Kuhalampi (2006); Garang Machol (2005)

Ali: Aaron Montonen (2005); Kalle Koskinen (2006); Abdullah Amzil (2005); Rasmus Lindberg (2005); Olavi Suutela (2006)

Guardie: Jelani Towa (2006); Brunel Madzou (2005); Hugo Stepanoff (2005); Jonas Kaivos (2006)

Maccabi Tel Aviv

Centri: Non previsti nell’elenco pubblicato sul sito ufficiale dell’ANGT

Ali: Tamir Gold (2007); Yali Shoshan (2005); Ori Ziv Cohen (2005); Ofri Naveh (2005)

Guardie: Oren Sahar (2006); Roi Behar (2005); Ori Ron (2005); Omer Mayer (2006); Shachar Doron (2005); Yaron Goldman (2006); Beniamin Zabinsky (2006); Amit Zuker (2006)

Next Generation Team Zadar

Centri: Adama Traoré (2005); Fynn Schott (2006); Mouhamed Faye (2005)

Ali: Wamba Ngouateu (2006); Aleksandr Savkov (2005)

Guardie: Aleksandar Gavalyugov (2006); Leon Sifferlin (2006); Viktor Lukic (2005); Ryan Van Eyck (2005); Mohammad Amini (2005); Imran Suljanovic (2006); Vit Hrabar (2006)

Stella Azzurra Roma

Centri: Prince Lumena (2007); Matias Zanotto (2005)

Ali: Andrea Cecchi (2005); Deyan Kolev (2006); Jerome Ntsourou (2006); Vitalii Kuznetsov (2005)

Guardie: Tommaso D’Arcangeli (2006); Stefano Conte (2005); Giovanni Granai (2007); Axel Piccirilli (2006); Mattia Santinon (2006); Ben Altshuler (2006)

Zadar

Centri: Vito Perkovic (2006)

Ali: Roko Lukic (2005); Jurica Zagorsak (2005); Michael Ruzic (2006); Vice Grbic (2006); Domagoj Batur (2006)

Guardie: Luka Bilokapic (2005); Josip Badrak (2005); Manuel Dundovic (2005); Niko Sare (2005); Toni Torbarina (2006); Roko Zdrilic (2006); Toni Josipovic (2007); Luka Bicic (2007); Andro Mirceta (2006)

L'Adidas Next Generation Tournament va in scena a Belgrado con vista sulle finali
Nella capitale serba conosceremo chi seguirà Real Madrid, Joventut Badalona e Barcellona alle ANGT Finals...
L'Adidas Next Generation Tournament prosegue verso Patrasso
Dopo la tappa di Monaco di Baviera, voliamo in Grecia per il secondo torneo di qualificazione.
Volare con Khalifa Diop e Ismaël Kamagate
Anatomia di due dei talenti più talentuosi d'Europa tra i lunghi, e non solo.

POTREBBERO INTERESSARTI

L'Adidas Next Generation Tournament va in scena a Belgrado con vista sulle finali
Nella capitale serba conosceremo chi seguirà Real Madrid, Joventut Badalona e Barcellona alle ANGT Finals...
L'Adidas Next Generation Tournament prosegue verso Patrasso
Dopo la tappa di Monaco di Baviera, voliamo in Grecia per il secondo torneo di qualificazione.
L'Adidas Next Generation Tournament parte da Monaco di Baviera
Iniziamo il nostro percorso alla scoperta dell'ANGT, che parte dalla Germania.

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.

Overtime

Storie a spicchi

Non perdere nemmeno una storia. Iscriviti alla nostra newsletter.